Bio Electronics

Dal 2000 inizia una intensa collaborazione col centro di produzione, ricerca e didattica musicale Tempo Reale di Firenze fondato da Luciano Berio, lavorando con lo staff di produzione musicale con compositori di fama nazionale ed internazionale.
Nel 2001 cura il live electronics del progetto di riscrittura dell’Arte della Fuga di J.S.Bach, ideato da Luciano Berio e eseguito a Spoleto, Lione, L’Aia e Londra. Nel 2002 affianca l’equipe di produzione per l’opera “Il Principe Costante” (Teatro Metastasio di Prato) con musiche di Battistelli e regia di Pier’Alli. Partecipa inoltre alla realizzazione della grande installazione sonora “Tempo Libero” progettata per l’inaugurazione dell’Auditorium di Roma. Nel 2004 partecipa alla realizzazione di Ofanìm, di Luciano Berio, eseguito al teatro Verdi di Firenze.
Nel 2005 lavora con Stefano Bollani e Ugo Chiti per la realizzazione de “La casa subito dopo il ponte”; inoltre, segue la produzione della Compagnia Virgilio Sieni Danza per lo spettacolo “Osso”, messo in scena nella stagione di Sant’Arcangelo dei Teatri, al Forum Neues Musikteather di Stoccarda, a Firenze (Teatro degli Artigianelli) e nella stagione del Vie Festival ’06 di Modena.
Sempre insieme all’equipe di produzione, lavora con Uri Caine, Ralph Alessi, Jim Black e Julie Patton alla realizzazione del “Berio Project” (eseguito nel Ravenna Festival 2005 e ripreso nel novembre 2006, presso l’Auditorium “Parco della Musica” di Roma), a Vienna presso la Wiener Konzerthaus (nel 2008), a Firenze (Teatro della Pergola, 2009) e a Monfalcone (Gorizia, 2010).
Partecipa inoltre alla realizzazione del pezzo originale “FLR”/Jim Black vs. Tempo Reale eseguito per la prima volta in Dicembre 2006, nell’area check-in dell’Aeroporto di Firenze.
Nel 2007 segue la realizzazione e l’esecuzione di due composizioni originali di Lelio Camilleri e Andrea Saba al Festiva Rai Nuova Musica. Cura inoltre la ripresa e messa in scena di “Osso” a Marsiglia (Le Merlan Scène Nationale), Bruxelles (La Biennale Charleroi-Danses) e al Teatro Comunale di Ferrara.
Nel 2009 cura il live-electronics per lo spettacolo “Esse” di Salomé con Sonia Bergamasco, prodotto da Tempo Reale ed eseguito per la prima volta nel Tempo Reale Festival ’09.
Nel 2010 segua la produzione del nuovo spettacolo di David Moss “The Table of Earth”.
Affianca costantemente il Centro per la realizzazione di concerti, spettacoli di danza, installazioni sonore, corsi di formazione, registrazione ed editing in studio (collaborando tra i tanti con Micha van Hoecke, Adriano Guarnieri, Alvise Vidolin, Fabrizio De Rossi Re, Laurie Swartz, François Bayle, Jonathan Faralli, Jonathan Harvey, Patrizio Barontini, Lelio Camilleri, Andrea Saba).

Nel 2007, grazie ad una prima commissione della Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro (VE), forma -insieme a Francesco Giomi- SDENG, duo di esecutori di live electronics che si esibisce successivamente in svariati festival tra cui Economia³ (settembre 2008, Prato), Fosfeni 2009 (aprile 2009, Cascina PI), e presso la Logos Foundation in Belgio (ottobre 2009, Ghent). La prima performance di SDENG è stata inclusa nel CD “MUSICA FUTURISTA 5/W Russolo” (Edizioni Mudima, 2010)

Ha Lavorato alla realizzazione di colonne sonore per spettacoli e saggi teatrali per Gaddo Bagnoli e “binario16”; collabora con una compagnia teatrale milanese “Scimmie Nude” realizzando con Sebastiano Bon le musiche per “Amleto” e “Pauraedesiderio”. Dal 2010 collabora saltuariamente con la compagnia teatrale Teatro Sotterraneo per le musiche di alcune performance teatrali.

Dal 2009 è docente di Informatica Musicale prima presso il Conservatorio G.B.Martini di Bologna, attualmente al Conservatorio di Cuneo.